venerdì 23 giugno 2017
°
-A A +A
Contrasto:

Current Style: Standard

Comune di Ponzano Veneto

Provincia di Treviso

Percorso archeologico - didattico "Una chiave per il tuo passato"

Il percorso archeologico - didattico "Una chiave per il tuo passato", allestito nella sede della Biblioteca Comunale, prende le mosse dal rinvenimento, nel 1995, di una importante sepoltura di epoca romana.

La progettazione di un percorso didattico ad hoc, attraverso la ricostruzione del contesto storico della sepoltura, è sembrato il modo più efficace per la sua valorizzazione, con un "esperimento" di musealizzazione al di fuori e al di là del museo.
Il percorso è rivolto in particolare all'utenza scolastica, come supporto per una didattica che esca dalle aule ed interagisca con il territorio, ma si rivela fruibile anche per un pubblico adulto, quale stimolo per suscitare quesiti e curiosità, punto di partenza per una consapevole conoscenza di una storia non solo locale.

Disco_votivo 

Tra Veneti e Romani
La civiltà dei Veneti antichi si sviluppa dal X secolo a.C. e rimane fiorente fino all' arrivo dei Romani, tra II e I secolo a.C.
A partire dal VI secolo a.C. alcuni centri abitati del Veneto, come Este, Padova, Vicenza, Treviso, Altino, Oderzo, Concordia, avevano la dimensione e la struttura di città. Il territorio dell'alta pianura e della pedemontana, poco adatto alla coltivazione di cereali per la sua natura ghiaiosa, era sfruttato per l'allevamento e faceva capo a centri come Montebelluna, Treviso, Oderzo e Asolo. Oltre ai bovini e agli ovini erano di certo allevati i cavalli, in particolare una razza da corsa.
Le manifestazioni del culto in questo territorio sono collegate con la realtà naturale: la divinità femminile che regge la chiave, simbolo dell'apertura della terra e dei cicli delle stagioni, della fertilità del suolo e degli animali, è raffigurata sui dischi rinvenuti a Montebelluna, Ponzano Veneto, Musile di Piave.

Dal II secolo a.C. i Romani progettano la costruzione di strade che migliorino i rapporti della regione con il resto d'Italia. Nascono così la via Postumia, la via Emilia altinate, la via Annia e, più tardi, la via Claudia Augusta.
La via Postumia (148 a.C.) univa Genova ad Aquileia attraversando l'Italia da ovest a est; nel Veneto, dopo Verona e Vicenza, attraversava l'alta pianura, per raggiungere Oderzo, Concordia e Aquileia.
I Romani impostano anche le centuriazioni: suddividono il terreno in lotti da assegnare ai coloni per la coltivazione.
Il paesaggio cambia, si passa dal prato/bosco al territorio coltivato in modo ordinato; le campagne si popolano di fattorie.
Nel 49 a.C. alcune città ottengono il riconoscimento giuridico e istituzionale con il titolo di municipia: Asolo / Acelum, Treviso / Tarvisium, Oderzo / Opitergium.

 Perch_arch_bachecapercorso archeologico lamina
 Tomba_scavo La tomba di Ponzano Veneto (fine I sec. a. C. - inizi I sec. d. C.)
La sepoltura, in anfora segata, è stata rinvenuta a Paderno di Ponzano Veneto. All'interno dell'anfora segata il corredo era composto da due ossuari, ed alcuni elementi accessori: una olletta e una coppetta, due vasetti miniaturistici con coperchio e un balsamario.
L'ossuario sul fondo dell'anfora era chiuso non solo da un coperchio, ma anche da una lamina di bronzo quadrangolare del tipo "a pelle di bue". Il secondo ossuario era privo di coperchio e chiuso dal disco di lamina bronzea recante la figurazione della dea clavigera.
L'analisi antropologica dei resti cremati indica la presenza di due donne.
Il recupero è stato curato da Pierduilio Pizzolon con l'aiuto di Marco Perissinotto, Lina Paronetto, Boris Mascia e con la supervisione del prof. Filippo Giovanni Pilla, Ispettore onorario della Soprintendenza Archeologica per il Veneto.

 

 

Per informazioni:
SETTORE BIBLIOTECA, CULTURA, PUBBLICA ISTRUZIONE E POLITICHE GIOVANILI

Ultima modifica: Martedì 02 06 2015