lunedì 01 maggio 2017
°
-A A +A
Contrasto:

Current Style: Standard

Comune di Ponzano Veneto

Provincia di Treviso

APPALTO SERVIZIO DI PULIZIE IMMOBILI DI PROPRIETA' DEL COMUNE DI PONZANO VENETO

La società Ponzano Patrimonio e Servizi srl, quale Stazione Appaltante ha indetto con proprio atto dirigenziale n. 58 del 28/06/2013 una gara per l'appalto servizi di cui in oggetto mediante procedura negoziata ai sensi dell'art. 125 comma 9 e segg. del D.Lgs 163/2006 previa selezione attuata su un indagine di mercato (ex art. 57 comma 6) di ricerca di operatori e qualificati al servizio in questione.

Ponzano Veneto, 01 luglio 2013

Scadenza presentazione offerte: 16/07/2013 ore 12:00

Allegati:

Bando-Disciplinare di gara
Capitolato Tecnico e amministrativo
Mod. 1 - Istanza di Partecipazione
Mod. 2 - Dich. requisiti soggetti ex art.38 D.Lgs 163/2006
Mod. 2bis - Dich. requisiti soggetti ex art.38 D.Lgs 163/2003 cessati
Mod. 3 - Dich. futuri subappalti
Mod. 4 - Dich. servizi di pulizia svolti triennio 2010-12
Mod. 5 - Dich. economica di offerta

 

Avviso 1° seduta pubblica apertura ed esame buste a) documentazione amministrativa

Avviso 2° seduta pubblica apertura buste offerta economica

Scadenza: 
Martedì, Luglio 16, 2013
Domande e risposte ricorrenti: 

Quesito n. 1):
Per quanto riguarda il criterio di attribuzione del punteggio riferito all'offerta economica (art. 11 del bando-disciplinare di gara), la formula da Voi indicata non è più in vigore, in quanto la stessa è stata sostituita dall'allegato P art. 286 del Codice dei Contratti pubblici relativi a lavori , servizi e forniture.Come dobbiamo regolarci?
Risposta n. 1)

Si ribadisce che la formula riportata nel disciplinare relativa all'offerta economica (prezzo orario) è la stessa di cui all'art. 286 comma 6° del Regolamento Contratti e pertanto confermiamo quanto indicato nell'atto di gara. Va precisato peraltro che le spiegazioni sui simboli adottati nella formula possono indurre ad un fraintendimento di interpretazione laddove alla dicitura del “prezzo” (indicato al punto 11 del disciplinare) si deve intendere correttamente come “ribasso” offerto e massimo.

Quesito n. 2)
L'art. 5 (pag. 6) del Capitolato Tecnico Amm.vo prevede espressamente che: "...per la regolare esecuzione dell'intero servizio in appalto, seppure in via presunta e atitolo del tutto indicativo, trovano disponibilità e programmazione totali ore 3.800 annue, salvo disposizioni diverse di facoltà del committente". Il modello 5 (Dichiarazione economica di offerta del prezzo orario del servizio) prevede l'indicazione del corrispettivo annuo totale ".....calcolato sul monte ore annuale (3.800) fissato all'art. 5 del Capitolato Tecnico Amm.vo....". Da questa dichiarazione sembra emergere che il monte ore sia vincolante. come dobbiamo regolarci?
Risposta n. 2)

Per quanto attiene alla seconda vostra richiesta di chiarimento puntualizziamo :
- che trova conferma quanto riportato all'art. 5 del Capitoalto Tecnico Amministrativo in tema del monte ore annuo complessivo;
- che per quanto attiene invece al modello 5) l' unico elemento significativo, per il quale si effettuerà la valutazione del punteggio economico, è unicamente il “prezzo orario” che sarà confrontato con quello posto a base di gara.

Quesito n. 3)
Tenuto conto del fatto che ai sensi del D.L. 179/2012 convertito dalla Legge 221/2012, a partire dal 01.01.2013 le spese di pubblicazione di cui all'art. 66 del D.Lgs. 163/2006 sono rimborsate alla stazione appaltante entro 60 giorno dalla aggiudicazione, con la presente siamo a chiedere la quantificazione di suddette spese, in modo da poter al meglio quantificare l'offerta economica.
Risposta n. 3)
L’appalto servizi di cui trattasi, è stato indetto mediante procedura negoziata senza pubblicazione di un bando di gara e previa selezione di operatori economici idoneii al servizio attuata con un’indagine di mercato (ex art. 57/6^ D.Lgs. 163/2006 s.m.i.); tale procedura non prevede alcuna spesa di pubblicazione e pertanto non trova applicazione nella fattispecie quanto indicato nell'art. 34 comma 35 della Legge 221/2012.

Quesito n. 4)
Tenuto conto dell'art. 4 del CCNL che obbliga l'impresa aggiudicataria ad assumere il personale presente in servizio, con la presente siamo a chiedere il n. e il livello contrattuale degli addetti che attualmente effettuano il servizio di pulizia.
Risposta n. 4)
Per quanto attiene alla seconda vostra richiesta di chiarimento puntualizziamo che le informazioni richieste, in possesso della ditta che attualmente gestisce il servizio, non possono essere fornite in quanto potrebbero rivelare aspetti tecnici e di organizzazione d'impresa di un potenziale concorrente. Giova infatti ricordare che la qualificazione del personale è oggetto di valutazione dell'offerta tecnica e la sua conoscenza potrebbe dar luogo ad un confronto preventivo che non è consentito.

Quesito n. 5)
con riferimento alla gara in oggetto, chiediamo un chiarimento in merito al fac simile modello 1 allegato alla documentazione di gara. In particolare, chiediamo se i punti 25 e 26 del suddetto modello, debbano essere integrati con quanto previsto nel disciplinare, art. 10 pag.10 (di seguito in neretto) e rispettivamente:
- per il punto 25: " ......di avere tenuto conto nella formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli oneri, compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione, e degli obblighi ed oneri relativi alle disposizioni in materia di sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di previdenza e assistenza in vigore nel luogo dei lavori"
- per il punto 26 " .... di essersi recato sul luogo di esecuzione dei lavori e di avere valutato le condizioni locali, ecc... nonché di tutte le circostanze generali e particolari che possono influire sulla determinazione dei prezzi e sulle condizioni contrattuali in relazione alla esecuzione del servizio e di conseguenza di aver giudicato i lavori medesimi realizzabili e gli elaborati progettuali adeguati, di aver formulato prezzi remunerativi, tali da consentire l'offerta che sarà presentata, considerando che gli stessi rimarranno fissi ed invariabili.

Risposta n. 5)
Con riferimento alla Vostra richiesta di chiarimenti si specifica che trova conferma il contenuto del modello 1) Istanza di partecipazione alla gara, non ravvisando incongruenze rispetto al contenuto degli altri elaborati di gara

Ultima modifica: Mercoledì 24 07 2013